Glossario degli orologi

Siamo sinceri, i termini usati nel mondo dell'orologeria non sono sempre intuitivi e di uso comune. Per questo motivo abbiamo compilato questa lista di parole spesso menzionate quando si parla di orologi, per rendere le cose un po' più chiare senza addentrarsi nei tecnicismi meccanici.

A

Acciaio

Lega di ferro con debole tenore di carbonio, superiore allo 0,4%. Gli acciai usati in orologeria subiscono quasi sempre il processo di tempera e rinvenimento. Guarda orologi in acciaio

Acciaio inossidabile

Lega di ferro, cromo e nichel. Inalterabile, non temperabile e che può essere rifinito raggiungendo un bel lucido. Impiegato nella costruzione di casse per orologi da polso.

Analogico

Viene così definito un orologio che mostra l'ora mediante le lancette, questo perché per decifrare l'indicazione si deve procedere "per analogia", comparando in uno schema mentale gli spazi percorsi dalle lancette, senza una indicazione diretta dei numeri che compongono l'ora esatta.

Ansa

Pezzo che raccorda la carrure della cassa dell'orologio da polso con l'attacco per il cinturino. Può presentare forme diverse: diritta, a goccia, conica, ovale, cannelée, bisellata, articolata, a scalini, "cachée" (occultata), ecc.

Ansetta

Asse cilindrico metallico che unisce tra di loro le anse dell'orologio e che costituisce l'attacco per il cinturino. Può essere fisso o amovibile; in quest'ultimo caso è costituito da un tubetto, contenente una molla elicoidale, che mantiene spinto verso l'esterno un cilindretto interno.

Apertura

Una piccola apertura sul quadrante dell'orologio dove vengono indicati i giorni e la data.

Argento

Metallo spesso impiegato in orologeria per casse e lunette, questi i titoli consentiti in millesimi per legare il metallo (mai utilizzato allo stato puro): titolo 800 - (800 argento+200 rame), 925- (925 argento +75 rame), queste le leghe più comuni.

Atmosfere (Atm)

Una misura della resistenza all'acqua dell'orologio.

Automatico

Un orologio con un movimento meccanico che viene caricato dal movimento del braccio di chi lo indossa invece della rotazione della corona. Gli orologi automatici hanno una riserva di carica – solitamente almeno 36 ore – ma se l'orologio non viene indossato durante quel periodo si scaricherà e avrà bisogno di essere caricato di nuovo tramite il movimento del braccio. Guarda orologi automatici

C

Cabochon

Pietra preziosa o gemma con taglio privo di sfaccettature, mediante il quale si ottiene una forma con la sommità convessa e la base piatta, spesso utilizzata come decorazione per gli attacchi o la corona dell'orologio.

Calibro di forma

Designa tutte le forme ad eccezione di quella rotonda: ovale, quadrata (carrée), rettangolare, rettangolare ad angoli smussati, ovale con le estremità troncate ("tonneau"), rettangolare molto allungata ("baguette").

Cellini

Termine che identifica una collezione di orologi creata da Rolex per rendere omaggio all’artista rinascimentale Benvenuto Cellini, noto come lo scultore e l’orafo dei papi e dei re. I modelli Cellini sono realizzati esclusivamente in oro 18 carati, i movimenti sono in maggioranza meccanici, a 18 o 19 rubini, antiurto e a carica manuale. Alcuni modelli sono invece dotati di un movimento a quarzo progettato e fabbricato da Rolex.

D

Deployante

Chiusura a lamine pieghevoli, di solito dello stesso materiale della cassa dell’orologio, per assicurare un cinturino al polso. E’ completata solitamente da un fermaglio a scatto con un pulsante che consente di aprirla.

F

Fly-back

Funzione di un cronografo chiamata anche “retour en vol”, che schiacciando un solo pulsante permette di far ripartire il meccanismo senza doverlo prima fermare.

G

Ghiera

L'anello metallico che circonda il quadrante dell'orologio, che può essere incastonato di pietre preziose o avere i segni numerici delle ore.

Ghiera rotante bi-direzionale

Una ghiera che può essere ruotata sia in senso orario che antiorario, per fare calcoli come velocità media o distanza. Una ghiera uni-direzionale ruota solo in una direzione.

GMT

Greenwich Mean Time – Tempo Medio di Greenwich). Greenwich è il nome della città londinese attraversata dal meridiano zero. Per GMT si intende di solito quell'orologio che ha una terza lancetta in grado di compiere un intero giro ogni 24 ore e che mostra l'ora di un secondo fuso orario. Altri sitemi, basati su ghiere che ruotano con il nome di diversi capoluoghi del mondo, permettono istantaneamente di conoscere altre ore locali.

Grande Complication

Termine con il quale la tradizione indica un orologio che contenga 3 complicazioni meccaniche di alto rango: la prima deve dare un’informazione astronomica, come ad esempio un calendario perpetuo; la seconda deve essere una funzione sonora, come la ripetizione minuti; la terza in genere ricorre a una o più lancette per fornire un’indicazione supplementare del tempo, solitamente il cronografo - meglio se munito di funzione rattrappante, oppure di natura completamente diversa come il tourbillon.

I

Indicatore di carica

Quadrante ausiliario o settore di quadrante di orologio che indica la riserva di marcia della molla motrice. In pratica indica quanta energia ha a disposizione il movimento prima di fermarsi se non lo si ricarica.

J

Jubile

Particolare modello di bracciale Rolex, disponibile in oro, acciaio/oro e acciaio sia per uomo che per donna. Rispetto al bracciale Oyster il bracciale Jubilé si caratterizza per le sue maglie più strette e lucide al centro.

L

Lancette e cifre Breguet

Abraham-Louis Breguet fu un orologiaio svizzero, spesso descritto come uno dei padri dell'orologeria. Inventò il tourbillon nel 1801 e da il nome alle lancette à pomme dette 'lancette Breguet', caratterizzate dal cerchio a luna verso la cima, e alle cifre arabiche serif oblique.

M

Minuteria

Ingranaggi che fanno girare la lancetta delle ore di un orologio.

O

Oro

Metallo pregiato utilizzato spesso in gioielleria, con cui sono realizzate le casse degli orologi di gran pregio. Vanta caratteristiche di grande inattaccabilità da agenti esterni e di grande malleabilità. Oggi in orologeria si utilizza soprattutto oro a 18 carati, ma in passato è stato adottato anche oro di minor caratura. Legato con altri metalli permette di ottenere l'oro giallo, quello rosa, quello rosso e quello bianco. Guarda orologi in oro

Oyster

Termine con cui Rolex dal 1926 identifica la particolare cassa impermeabile (“ostrica”) con fondello a vite. Il termine oyster può essere utilizzato anche per indicare un tipo di bracciale Rolex.

P

President

Particolare tipo di bracciale in oro 18 carati creato per il modello Day-Date e abbinato al cronometro Lady Datejust o Datejust misura intermedia. Il bracciale Président, realizzato in gran parte a mano, è disponibile con fermaglio visibile e regolabile o con chiusura invisibile delimitata dalla coroncina Rolex.

T

Tamburo

Una scatola cilindrica nella quale viene inserita la molla principale dell'orologio. La corona dentata del tamburo, oltre a far da coperchio alla molla di carica, funge anche da ruota conduttrice dell’energia necessaria a far girare tutto il treno del tempo.

V

Vetroplastica

O plexiglass, indica un particolare tipo di vetro la cui sostituzione da parte del vetro zaffiro inizia nei primi anni Settanta (nel 1972 con il primo modello Quartz Ref. 5100) e si completa negli anni '90, quando gli ultimi modelli dotati di vetro in plastica escono del tutto di scena.

Z

Zaffiro

È un vetro composto da zaffiro sintetico che per la sua notevole durezza ha una particolare resistenza ai graffi.